Goloso e Curioso
Il Rosè Collalto alla Notte Rosa

Il Rosè Collalto alla Notte Rosa

Il Rosè Conte Collalto sarà tra i protagonisti della Notte Rosa sulla Riviera Romagnola questo fine settimana su tutti i 110 km della costa adriatica da Ravenna a Rimini. Le rosate bollicine della storica cantina di Susegana (Treviso) saranno in particolare protagoniste dei brindisi presso il Bar Sole di Lido di Spina a Comacchio - Ferrara (via Raffaello Sanzio, 196) il quale offrirà ai suoi ospiti, insieme a dj set e gadget Collalto rigorosamente rosa, quello che è stato definito dal celebre enologo Luca Maroni “ll miglior bollicine rosato dell’anno grazie alla sua clorofillosa purezza, alla sua bilanciatissima suadenza gustativa. Chapeaux”.

Ottenuto da uve Manzoni Moscato 13.0.25, il Rosè Conte Collalto è un incrocio tra la freschezza del Raboso Piave e l’eleganza aromatica del Moscato d’Amburgo. Una vera e propria “chicca” che arricchisce il quartetto di straordinari Incroci Manzoni (Bianco, Rosso, Moscato e Rosa), fiore all’occhiello della cantina che è stata scelta dallo stesso professore Luigi Manzoni, il famoso ricercatore-ampelografo e Preside dell’Istituto enologico Cerletti di Conegliano, per le sue sperimentazioni viticole nel corso degli anni ’20 e ’30.

I vigneti di Collalto, che rappresentano la più ampia proprietà vitivinicola della provincia di Treviso, sono oggi un’autentica cassaforte dei vitigni Incrocio Manzoni. Tra le tantissime sperimentazioni sviluppate per valorizzare il terroir della marca trevigiana, la più nota è quella del Manzoni Bianco 6.0.13 (incrocio di Riesling Renato e Pinot Bianco), ma eccellente è anche quella che vede l’unione tra il nobile Cabernet Sauvignon con la tipica uva Glera (Prosecco) dalla quale nasce il Manzoni Rosso 2.15. A completare lo straordinario trio si aggiunge il Manzoni Rosa 1-50, un grande vino che porta in sé la freschezza e la sapidità del Trebbiano e l’aromaticità floreale del Traminer aromatico incrociati tra loro per generare un’uva che nelle vigne di Collalto riesce a raggiungere una perfetta maturazione di zuccheri e profumi.

Per info: Bar Sole 338.5000731

 La cantina Conte Collalto, nota per essere la più antica e ampia proprietà vitivinicola della Provincia di Treviso (150 ettari di vigneto di cui 60 nell’area del Conegliano-Valdobbiadene Prosecco Superiore DOCG), ha sempre voluto conservare nel suo portafoglio prodotti , oltre al celebre Prosecco, anche quei vitigni autoctoni che fanno ugualmente parte della storia del territorio ma che non ne condividono la fama, come ad esempio l’ Incrocio Manzoni, il Verdiso e il Wildbacher. La cantina, che ha sede a Susegana (Treviso) produce anche eccellenti interpretazioni di vitigni internazionali (Pinot Grigio, Chardonnay, Merlot e Cabernet) e delle cuvée frutto di sapienti assemblaggi del migliore raccolto di ogni singola vendemmia. Alla produzione di vino Conte Collalto affianca anche quella di un Passito, di una Grappa e di un Olio Extra Vergine di Oliva, prodotto dai secolari olivi di proprietà sulle colline intorno al Castello di San Salvatore.

La famiglia Collalto è protagonista della storia della Marca Trevigiana fin dal lontano 958 d.C. quando Berengario II, Re d’Italia, affidò al genero, Conte Rambaldo I, illustre antenato della famiglia Collalto, la Contea di Lovadina con prati, pascoli, boschi e vigneti.Erede di questa tradizione, è titolare della storica azienda agricola e della cantina dal 1999 la Principessa Isabella Collalto de Croÿ, figlia primogenita del Principe Manfredo di Collalto e della Principessa Maria de la Trinidad di Collalto-Castillo y Moreno.

Tutti gli articoli >

Angeledo
Il rosè collalto alla notte rosa

Angeledo

Angeledo

Giornalista professionista collaboro con diverse riviste di enogastronomia. Curioso per nascita sono diventato goloso per professione (e piacere). Arrivato a 115,5 kg. e con la glicemia sempre più prepotente, ho deciso di arrivare al mio secondo peso forma: 97 kg (il primo, irrangiungibile, era 85). Sono sulla buona strada: 106,4 senza tremendi sacrifici ma camminando un'ora al giorno e pedalando per un'altra. Ho scritto senza infamia e senza lode qualche libro di vino, di viaggi e di storia. Non ve ne dico i titoli tanto so che non vi interessano. Scrivo, per prendere in giro me stesso e gli amici, necrologi e parodie poetiche.

Editore

Editore del Goloso & Curioso la ditta Colombo 3000, un gruppo aziendale che si occupa da oltre 10 anni della...Leggi tutto»