Goloso e Curioso
IL BASTARDINO

IL BASTARDINO "RE" DI GUASTALLA

Sabato 28 e domenica 29 settembre 2013 Guastalla si trasforma, in occasione della manifestazione “Piante e Animali Perduti”, in una grande festa per i bambini. Il cortile esterno di Palazzo Ducale diventa un’aia e ospita la Fattoria degli animali con pecore, capre, maiali, galline, ma anche galli che danno il buongiorno al levar del sole e asini, che diventano un comodo mezzo di trasporto e compagni di giochi. E ancora, la possibilità di affittare una gallina ovaiola, lezioni di mungitura, dimostrazioni di trazione animale. 
Da sempre attratti da questo mondo, i principali spettatori della scena saranno i bambini, che troveranno numerose attività curiose e divertenti pensate apposta per loro, per imparare divertendosi. Uno spazio sarà poi dedicato alla scoperta dei giochi di un tempo, al Torneo di biglie su sabbia del Po e al Gioco della campana.
Novità dell’edizione 2013 una speciale Maratona del bastardino: sfilata con gara di cagnolini di “pura razza bastarda”!

La Fattoria dei bambini
Una vera e propria fattoria all’aperto. Durante i due giorni di Piante e Animali Perduti, sabato 28 e domenica 29 settembre 2013, nel pieno centro storico di Guastalla, staccionate e pagliai ricreeranno l’ambiente ideale per galli, galline, capre, pecore, asini, cavalli, mucche… I bambini avranno l’occasione di conoscere da vicino gli animali da fattoria e quelli di razze antiche come l’asino romagnolo e il docile asino Miccio Amiantino, i triganini modenesi, una particolare razza di piccioni, la gallina padovana, gli agnellini massesi. E poi ancora, maialini dall’aria buffa e simpatica, come la mora romagnola e la cinta senese, e mucche dallo sguardo dolce e tenero, come la bianca modenese e la rossa reggiana, che dà un latte buonissimo da cui ricavare un Parmigiano Reggiano particolarmente pregiato. Un vero e proprio ritorno alla natura, che si trasformerà in un momento di scoperta e stupore per tutti i bambini, che potranno vedere da dove arriva il latte che bevono tutte le mattine a colazione: in quello che era il giardino di Palazzo Ducale verranno ospitate delle mucche e i contadini faranno delle dimostrazioni di mungitura e raccolta del latte. Sull’argomento verranno poi allestiti dei laboratori didattici, dove i bambini potranno esprimere le loro impressioni su questa esperienza. E per chi volesse portarsi a casa una vera gallina ovaiola, vederla razzolare per il giardino e avere ogni mattina uova fresche c’è l’iniziativa “affitta una gallina ovaiola”. In affitto anche somarelli e caprette, artefici di prati tagliati a regola d’arte: si terranno delle dimostrazioni di bio-manutenzione, realizzate con asini e capre che, brucando l’erba, si impegneranno in un “taglio” del prato del tutto naturale, all’insegna di un vero risparmio energetico.
Una simpatica gara aspetta poi il pubblico dei più piccoli. Il fine settimana di Piante e Animali Perduti ospita la prima edizione de “Il mio cane è un bastardino”, prima edizione della maratona dedicata ai cani bastardi. Tutti possono iscrivere il loro cagnolino e partecipare alla sfilata e alla gara.

I laboratori di Artebambini
Artebambini è una casa editrice specializzata in pubblicazioni per l'infanzia, i cui libri intendono avvicinare i bambini all’arte in maniera ludica e confidenziale. A Piante e Animali Perduti proporrà un laboratorio di Spille creative, in cui tutti, grandi e piccoli, potranno divertirsi a creare la propria spilla, testimoniando orgogliosamente la propria creatività… portandola appuntata al petto! (costo per l’iscrizione al corso 1 euro).


Giochi per tutti!
Appuntamento da non perdere nel Cortile di via Cavour: Pianeta verde organizza uno spazio su misura per i bambini che si potranno cimentare in 40 giochi del passato. E per chi vuole respirare ancora un po’ di aria di vacanza c’è la pista del I° Torneo di biglie su sabbia del Po: i bambini al termine del torneo si potranno divertire a gareggiare con le mitiche palline di plastica con il volto dei ciclisti.
I bambini potranno poi cimentarsi nel Gioco della campana (o della settimana) con mamma e papà. Potranno partecipare squadre composte da un bambino e un genitore. A ogni squadra sarà consegnato un sassolino, arma per contendere la vittoria alle altre famiglie. Le iscrizioni si terranno nei giorni della festa direttamente all’area giochi antichi, dove si svolge il torneo. In premio tante piante, fiori e prodotti tipici che caratterizzano questa singolare manifestazione. I tornei si svolgeranno nel pomeriggio di sabato, nella mattina e nel pomeriggio di domenica e ogni torneo avrà un vincitore.
Piante e Animali Perduti ospiterà inoltre il raduno regionale delle Fattorie Didattiche dell'Emilia Romagna, per presentare simpatiche attività di conoscenza della vita contadina.

Asinodays
L’asino diventa protagonista di Piante e Animali Perduti e i bambini impareranno a conoscerne la storia e l’importanza con iniziative divertenti e particolari. La Fattoria accoglierà razze molto particolari come l’asino romagnolo e sarà indetta una votazione per eleggere l’asino più bello. Uno speciale percorso a ostacoli attende tutti i bambini che vorranno prendere il “patentino asinino”, mentre in “Asini Birilli e Aste”, il pubblico verrà coinvolto in esercizi per intervenire sulle disabilità motorie. Ci sarà poi il divertente “Circo degli Asinelli”, lo spettacolo circense per famiglie e il Gioco dell’Asino, un’intelligente rivisitazione del Gioco dell’Oca en plein air con un tabellone gigante e asinelli come segnalini. Tutto sugli asini anche nell’angolo riservato alla lettura: “Asino chi legge” presenta tutte le pubblicazioni con tema asinino.

Info: UIT Ufficio Informazioni Turistiche, via Gonzaga 16, Guastalla (RE), tel. 0522 839763, uit@comune.guastalla.re.it.

Tutti gli articoli >

Morello Pecchioli
Il bastardino "re" di guastalla

Morello Pecchioli

Morello Pecchioli

Direttore di Golosoecurioso. Giornalista professionista. Archeogastronomo. È stato caposervizio del giornale L’Arena di Verona. Ha scritto i libri “Il Bianco di Custoza”; “Il rosto e l’alesso, la cucina veronese tra l’occupazione francese e quella austriaca”; “Berto Barbarani il poeta di Verona”. Scrive per la rivista nazionale dell'Associazione italiana sommelier "Vitae", per "Il sommelier veneto" e per il quotidiano nazionale La Verità diretto da Maurizio Belpietro. Ha collaborato, con Edoardo Raspelli, alla Guida l’Espresso. È ispettore della guida "Best gourmet dell'Alpe Adria". Ha vinto i premi Cilento 2006; Giornalista del Durello 2007; Garda Hills 2008. Nel 2016 ha avuto il prestigioso riconoscimento internazionale Premio Ischia per la narrazione enogastronomica. Nel 2016 ha scritto il libro "Le verdure dimenticate" e nel 2017 "I frutti dimenticati", pubblicati entrambi da Gribaudo. Sempre per Gribaudo ha scritto "Il grande libro delle frittate". In collaborazione con Slow Food ha pubblicato nel 2018 il volumetto sul presidio "Il broccoletto di Custoza".
Indirizzo mail: morello.pecchioli@golosoecurioso.it

Editore

Editore del Goloso & Curioso è la ditta Colombo 3000, un gruppo aziendale che si occupa da oltre 10 anni della...Leggi tutto»