Goloso e Curioso
Marco Brigato, la nuova sfida è a Fuerteventura

Marco Brigato, la nuova sfida è a Fuerteventura

Marco Brigato si rimette in gioco e parte per Fuerteventura. Dal 16 marzo assumerà il timone della cucina del ristorante Mattarello, uno dei più prestigiosi della piccola isola dell'arcipelago delle Canarie. Peraltro di proprietà italiana e specializzato in cucina italiana. Marco Brigato è crescito nel ristorante di famiglia, il "Cappa d'oro" di Solesino (anzi, è sotto Stanghella, ma è più vicino a Solesino), specializzato da oltre sessant'anni in una ristorazione di pesce di qualità. Tanto da essersi meritato per molti anni i giudizi lusinghieri di varie guide di settore. Marco è figlio di Roberto, il titolare dello storico esercizio padovano che si affaccia sulla statale Adriatica, fra Monselice e Rovigo. Nel corso Marco Brigato della sua carriera ha frequentato uno stage al tristellato Le Calandre di Rubano e poi, nello stesso ristorante degli Alajmo, ha lavorato come capo partita per 14 mesi. Un'altra esperienza significativa l'ha fattaper due anni allo storico Caffè Pedrocchi di Padova, dove ha avuto l'onore di cucinare anche per l'allora presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, e di lavorare a fianco di chef come Beppe Giuffrè e Albert Adrià, fratello di Ferran. Brigato nella composizione dei piatti privilegia leggerezza e qualità, con un occhio anche all'estetica. "Dall'esperienza a Fuerteventura - ha detto il giovane cuoco padovano - mi aspetto di crescere ulteriormente. Il Mattarello è un grande ristorante, presidio del made in Italy nell'isola. Con la titolare Annamaria c'è stata subito sintonia. Non escludo di poter un giorno trasferirmi stabilmente alle Canarie". (la foto di Marco Brigato e di una sua assistente alla Cappa d'Oro è opera di Claudio Rizzi)

Tutti gli articoli >

RENATO MALAMAN
Marco brigato, la nuova sfida è a fuerteventura

RENATO MALAMAN

RENATO MALAMAN

Cura il blog "Salsa & Merende" nel quotidiano "Il Mattino di Padova" di cui è stato redattore fino al 31 dicembre 2016. Del quotidiano, con cui ha iniziato a collaborare nel 1978, è stato titolare dal 2001 della rubrica di enogastronomia "Gusto", ora confluita nel blog personale (su www.mattinopadova.it) dedicato all'attualità del Food and Wine veneto e non solo.
Coautore di  numerose pubblicazioni nel settore enogastronomico e collaboratore di varie riviste, dal 2004 è ispettore della guida "Ristoranti d'Italia" de L'Espresso. Ha curato la guida "Padova nel piatto" e attualmente dirige la collana "Italia nel piatto" dell'editore Il Poligrafo.
Tra i riconoscimenti ottenuti spicca l'assegnazione di due premi "Penna d'Oca" (edizioni 2005 e 2011), premio biennale promosso da Unioncamere del Veneto. Per quanto riguarda il turismo ha visitato finora 111 paesi del mondo. Fa parte del Gist, associazione della stampa turistica di cui ha ricoperto la carica di delegato regionale e consigliere nazionale. Ha al suo attivo anche una spedizione umanitaria via terra in Guinea Bissau.

Editore

Editore del Goloso & Curioso la ditta Colombo 3000, un gruppo aziendale che si occupa da oltre 10 anni della...Leggi tutto»