Goloso e Curioso
LE DONNE DEL VINO PROCLAMANO MASSIMO GILETTI UOMO DELL’ANNO

LE DONNE DEL VINO PROCLAMANO MASSIMO GILETTI UOMO DELL’ANNO

Un successo senza precedenti quello avuto dall’Associazione Nazionale Le Donne Del Vino in occasione del Premio Uomo dell’anno 2015 nella splendida location di Palazzo Cusani a Milano. 
Il vincitore, Massimo Giletti, ha incantato il pubblico con la sua personalità schietta e decisa. Un uomo che crede in quello che dice e lo fa con coerenza, un giornalista attento ai problemi reali del proprio Paese e del mondo che, in prima persona, se ne fa portavoce e si reca a verificare ciò che succede prima di parlarne, una persona che non ha paura di esporsi e di pagare le conseguenze di ciò che attesta con grande passione:  questo e altro è Massimo Giletti e ne ha dato prova di fronte a tante Associate, alla stampa e ai convenuti, compresa l’indimenticabile  artista e “signora dei fornelli”,  Wilma De Angelis. 

La Presidente dell’Associazione Nazionale Le Donne del Vino, Elena Martusciello, ha portato al presentatore de “L’Arena” il saluto di tutte le Socie, ringraziandolo per la sua presenza e per la sua disponibilità. La giornalista Anna Pesenti Buonassisi ha condotto con  maestria e amabilità   l’intervista al premiato, chiedendo che si soffermasse sui temi più scottanti da lui recentemente trattati. Giletti ha risposto in modo diretto e chiaro, come è sua abitudine, facendo toccare con mano e mostrando senza veli l’attuale realtà sociale italiana e internazionale. 

Entrato nel 1988 in Rai accanto a Giovanni Minoli, che considera il suo maestro, Massimo Giletti ha condotto vari programmi televisivi fino ad approdare su Rai 1 come conduttore de “L’Arena”, un programma nel quale affronta tutti i temi di grande attualità, che spaziano dalla politica alla cultura, tenendosi sempre al di sopra delle parti e narrando i fatti da cronista corretto e obiettivo.
L’Associazione Nazionale Le Donne del Vino ha premiato Giletti con una targa con l’effige dell’Associazione. 

Il Maestro Gerardo Sacco, orafo calabrese,  rinomato in tutto il mondo che da tempo è diventato partner insostituibile dell’Associazione, ha creato appositamente per l’occasione e offerto a Massimo Giletti dei gemelli in oro, brillantini e smeraldi a forma di riccio portafortuna e una bottiglia con un tappo in oro rosa,  le etichette in argento con il logo delle Donne del Vino e il nome del premiato, ornata da un medaglione della maschera di Bacco. L’azienda Bottega ha voluto donare una bottiglia da tre litri di grappa realizzata in vetro di Murano con all’interno un grappolo d’uva, adornata all’esterno con il logo in argento dell’Associazione Nazionale Le Donne del Vino  

La serata ha avuto il suo epilogo con un raffinato cocktail preparato dalla Party Service, accompagnato da i vini offerti dalla Delegazione lombarda dell’Associazione Nazionale Le Donne del Vino, guidata da Giovanna Prandini. Anche in questo momento più conviviale, Massimo Giletti ha dato prova del suo carattere cordiale e della sua grande disponibilità, conversando con simpatia e interesse con tutti i presenti che lo avvicinavano. Cosa sia veramente un uomo si vede non quando si trova davanti alle telecamere, ma quando lo si vede in azione, senza arie e manie di onnipotenza, in mezzo alle persone.

Roberto Vitali

Tutti gli articoli >

Roberto Vitali
Le donne del vino proclamano massimo giletti uomo dell’anno

Roberto Vitali

Roberto Vitali

Laureato in Lettere alla “Cattolica” di Milano, ho cominciato durante l’università a scrivere per il quotidiano della mia città, “L’Eco di Bergamo”, al quale – pur essendo oggi in età di pensione – continuo a collaborare sia sul cartaceo che sul sito web. Sono stato addetto stampa di enti pubblici, direttore di Teleorobica, direttore-editore del mensile “Bergamo a Tavola” (1986-1990)  poi trasformato in  “Lombardia a Tavola” (1990-2002) e poi venduto (oggi vive ancora trasformato in "Italia a Tavola"). Mi sono sempre occupato, oltre che della cronaca bianca della mia città, di enogastronomia e viaggi. Ho collaborato alla Rai-Gr1, vinto premi giornalistici in tutta Italia e scritto qualche libretto, tra cui “La cucina bergamasca – Dizionario enciclopedico” e una Guida dei ristoranti di Bergamo città e provincia. Mi piace l’Italia e tutto quello che di buono e bello sa offrire. Spero, con i miei scritti, di continuare a farla amare da tanti altri lettori. 338.7125981

Editore

Editore del Goloso & Curioso la ditta Colombo 3000, un gruppo aziendale che si occupa da oltre 10 anni della...Leggi tutto»