Goloso e Curioso
DI BAITA IN BAITA

DI BAITA IN BAITA


E’ difficile immaginare che, per poter assaggiare tutto quello che il territorio sul quale regna ha da offrire, un sovrano sia costretto a caricare lo zaino in spalla e presentarsi di cucina in cucina, piuttosto che starsene comodamente seduto in un lussuoso salone ad aspettare che siano i sudditi a fargliene dono. In realtà, è difficile anche pensare ad un re che lavora nei campi… Ma la Val D’Ega – nel cuore delle Dolomiti, Patrimonio dell’Umanità UNESCO – è un luogo magico, in cui la leggenda di Re Laurino è ancora oggi raccontata dal rossore delle montagne al tramonto. E non è dunque così arduo giustificare il nome che contrassegna il percorso tra le baite che tradizionalmente celebra la conclusione del duro lavoro sugli alpeggi. Il 14 settembre 2014, torna la festa della Passeggiata di Re Laurino, giunta alla 13esima edizione, una giornata da trascorrere nella bellezza della Conca di Carezza, gustando insieme le diverse specialità culinarie offerte da dieci tra baite e vecchi schupfen, vecchi fienili che d’estate diventano baluardi della cucina tradizionale, collegati da sentieri. Cominciata come pratica contadina, da decenni ormai le escursioni tra i pascoli di Nova Levante e Carezza sono diventate un richiamo per gli amanti della natura e della buona cucina offerta dalle baite, che possono essere toccate in un tour in senso orario o antiorario. Ad ogni tappa, ad attendere gli eredi dei lavoratori dei campi di Re Laurino, musica e piatti tipici, come maccheroni alla pastora, canederli, gulasch, Kaiserschmarrn, speck e formaggi di malga, polenta con salsicce, würstel con insalata di patate, insalata di cappucci e tanti dolci e torte fatte in casa. Il programma, come da tradizione, viene inaugurato dalla messa delle 10.00, presso l'albergo Moseralm, con accompagnamento musicale della banda di Nova Levante. www.valdega.com


Claudio Zeni

Tutti gli articoli >

ZeniClaudio
Di baita in baita

ZeniClaudio

ZeniClaudio

Claudio Zeni, laureato in Letterature e Lingue straniere è nel mondo del giornalismo dall’età di 18 anni. Appassionato di sport, enogastronomia e turismo collabora con media locali, nazionali ed internazionali di settore. Tra i principali riconoscimenti giornalistici assegnatigli si ricorda il premio nazionale Gennaro Paone consegnatogli a Roma dal direttore generale dell’Enit, il I.o premio giornalistico nazionale ‘Strada del Vino del Recioto e di Gambellara’,  il I.o premio ‘Primavera del prosecco’, 'Amici della Chianina', 'Premio Tarlati', 'Scandiano', 'Sant'Angelo in Vado, 'Apicio', 'La bisaccia del tartufaio', 'Burson'. Per quattro anni ha seguito l’Hong Kong Food Festival e per due ha coordinato la manifestazione nazionale Top of Golf finalizzata alla proclamazione del miglior ristorante della ‘Wine Tour Cup’ dell'Associazione 'Città del Vino'. Coordinatore della giuria e dei cuochi del concorso culinario ‘Tartufo d’oro’ di Gubbio’. Unitamente al Presidente dei Cuochi di Arezzo organizza il concorso  'Penne bruciate', giornalisti ai fornelli dove a vincere è il 'piatto peggiore'. Autore con Leone Cungi del libro ‘Sport e società a Monte San Savino (Un secolo di storia sportiva e tradizioni sul borgo toscano). 

Editore

Editore del Goloso & Curioso la ditta Colombo 3000, un gruppo aziendale che si occupa da oltre 10 anni della...Leggi tutto»