Goloso e Curioso
HARPO CON EATALY PER LA SEMINA DI OR-TO

HARPO CON EATALY PER LA SEMINA DI OR-TO

Storie dalla stagione della semina: potrebbe essere il titolo di questa parabola ecologica avviata da Harpo. Si è appena conclusa la prima semina simbolica di Or-To, progetto di orto urbano realizzato da Harpo con Eataly e Orti Alti, e installato davanti alla sede torinese Lingotto del centro dedicato al Mangiare Italiano. L'iniziativa, promossa da Eataly e coordinata da OrtiAlti, durerà quattro mesi (fino al 31 luglio) e si servirà della competenza di Harpo - sponsor tecnico - per la fornitura del substrato drenante ortoXmille. L’orto urbano prevede l’installazione di 60 cassoni su dei pallet che saranno tenuti e curati da diverse associazioni, scuole e università. Alla fine dei quattro mesi i cassoni verranno smontati e donati alle scuole della zona per permettere all’orto di continuare a vivere. Il substrato ortoXmille progettato da Harpo verde pensile, sarà acquistabile all’interno del punto vendita Eataly di Torino: una garanzia di qualità che porta il nome di due aziende leader nel proprio settore. ortoXmille sarà un’avventura a 360 gradi per i cittadini che potranno vedere e toccare con mano il prodotto, esposto in appositi contenitori in plexiglas; ma anche un’esperienza importante per gli alunni delle scuole (materne, elementari, medie e superiori) e delle Università che si occuperanno - ciascuno con le proprie competenze - di curare le coltivazioni. A rendere innovativa questa sperimentazione, poi, ci penseranno gli story-teller di DIECI04 che racconteranno le fasi del progetto e i risultati ottenuti.

Foto: Credit Federico Cardamone

 

Claudio Zeni

Tutti gli articoli >

ZeniClaudio
Harpo con eataly per la semina di or-to

ZeniClaudio

ZeniClaudio

Claudio Zeni, laureato in Letterature e Lingue straniere è nel mondo del giornalismo dall’età di 18 anni. Appassionato di sport, enogastronomia e turismo collabora con media locali, nazionali ed internazionali di settore. Tra i principali riconoscimenti giornalistici assegnatigli si ricorda il premio nazionale Gennaro Paone consegnatogli a Roma dal direttore generale dell’Enit, il I.o premio giornalistico nazionale ‘Strada del Vino del Recioto e di Gambellara’,  il I.o premio ‘Primavera del prosecco’, 'Amici della Chianina', 'Premio Tarlati', 'Scandiano', 'Sant'Angelo in Vado, 'Apicio', 'La bisaccia del tartufaio', 'Burson'. Per quattro anni ha seguito l’Hong Kong Food Festival e per due ha coordinato la manifestazione nazionale Top of Golf finalizzata alla proclamazione del miglior ristorante della ‘Wine Tour Cup’ dell'Associazione 'Città del Vino'. Coordinatore della giuria e dei cuochi del concorso culinario ‘Tartufo d’oro’ di Gubbio’. Unitamente al Presidente dei Cuochi di Arezzo organizza il concorso  'Penne bruciate', giornalisti ai fornelli dove a vincere è il 'piatto peggiore'. Autore con Leone Cungi del libro ‘Sport e società a Monte San Savino (Un secolo di storia sportiva e tradizioni sul borgo toscano). 

Editore

Editore del Goloso & Curioso la ditta Colombo 3000, un gruppo aziendale che si occupa da oltre 10 anni della...Leggi tutto»