Goloso e Curioso
LA CORSA ROSA FA TAPPA A BAGNO DI ROMAGNA E L’HOTEL MIRAMONTI OSPITA LA CENA UFFICIALE

LA CORSA ROSA FA TAPPA A BAGNO DI ROMAGNA E L’HOTEL MIRAMONTI OSPITA LA CENA UFFICIALE

Il 17 maggio 2017 resterà una data da non dimenticare per i molti appassionati romagnoli di ciclismo che potranno assistere all’arrivo della 11° tappa del Giro d’Italia a Bagno di Romagna. Poiché il percorso, che si snoda sull’Appennino per 161 chilometri, porta i corridori a transitare per Acquapartita davanti allo Chalet Hotel Miramonti**** del Gruppo Batani Select Hotels, la direzione si è impegnata a celebrare l'evento con la professionalità che la contraddistingue. Sarà, infatti, il quattro stelle ad ospitare la cena ufficiale, alla quale prenderanno parte le istituzioni, gli sponsor, personalità e campioni dello sport. La Famiglia Batani, infatti, ha voluto essere di supporto a questa importante manifestazione, nella convinzione che Acquapartita e le colline cesenati debbano essere riconosciute come destinazione bike per eccellenza, sia su strada, sia off road. D'altra parte il Gruppo Batani Select Hotels crede molto nella promozione delle due ruote e per questo ha creato “MareMonti Cycling”, con pacchetti dedicati a ciclisti di ogni livello e percorsi adatti a tutti i gradi di preparazione fisica. La Romagna offre itinerari spettacolari e il Gruppo ha attrezzato i suoi alberghi di “bike room” per l'assistenza e la sicurezza dei mezzi, ha predisposto orari dei pasti flessibili per le esigenze dei ciclisti e propone snacks e integratori. Una promozione che si è estesa anche all'estero, soprattutto, in Svizzera, Regno Unito e Germania. Di qui il coinvolgimento in questo eccezionale appuntamento di ciclismo professionistico internazionale. La Corsa Rosa resta, infatti, nell’immaginario collettivo degli sportivi, l’appuntamento più atteso per storia, tradizione e memorabili confronti fra antagonisti di chiara fama. Entrati nell’albo d’oro della leggenda i duelli che hanno visto protagonisti Fausto Coppi e Gino Bartali sulle polverose strade di un’Italia che li ha ammirati, prima e dopo il secondo conflitto mondiale.  La 17 esima frazione Firenze – Bagno di Romagna vuole proprio ricordare uno dei due grandi campioni, Gino Bartali tanto che il km zero della partenza è stato posto a Ponte a Ema, dove il 18 luglio 1914 era nato “Ginettaccio”, come lo chiamavano affettuosamente i suoi tifosi. Non per nulla la tappa che porta la Carovana Rosa a Bagno di Romagna è di quelle che sarebbero piaciute al campione toscano, una cavalcata che può lasciare spazio a schermaglie e fughe. A propiziarle sarà un tracciato nervoso e ricco di salite non estreme, ma in grado di mettere in difficoltà, con la scalata del Passo della Consuma, di quello della Calla e, successivamente del Passo del Carnaio, per finire con l’ascesa del Monte Fumaiolo, una salita piuttosto lunga, circa 23 chilometri con una pendenza media del 4 per cento. Se gli organizzatori della Corsa Rosa hanno scoperto le colline del cesenate come terreno di confronto per i ciclisti professionisti, lo Chalet Hotel Miramonti****, da tempo, ha dedicato la propria attività al mondo degli sportivi. L’albergo è stato realizzato per offrire comfort di alto livello, in un ambiente, dove la natura regna incontaminata. Varie le attività sportive che possono essere praticate in tutta l'Alta Valle del Savio:  equitazione, trekking, mountain bike, pesca, calcio oltre, naturalmente, al ciclismo. Il ristorante panoramico con terrazza e vista sul lago di Acquapartita, è rinomato per l’alta qualità della sua cucina con prodotti di stagione a km zero, mentre la piscina coperta, sauna, area fitness, garage privato e una capiente sala congressi completano la gamma dei servizi.


 

Claudio Zeni

Tutti gli articoli >

ZeniClaudio
La corsa rosa fa tappa a bagno di romagna e l’hotel miramonti ospita la cena ufficiale

ZeniClaudio

ZeniClaudio

Claudio Zeni, laureato in Letterature e Lingue straniere è nel mondo del giornalismo dall’età di 18 anni. Appassionato di sport, enogastronomia e turismo collabora con media locali, nazionali ed internazionali di settore. Tra i principali riconoscimenti giornalistici assegnatigli si ricorda il premio nazionale Gennaro Paone consegnatogli a Roma dal direttore generale dell’Enit, il I.o premio giornalistico nazionale ‘Strada del Vino del Recioto e di Gambellara’,  il I.o premio ‘Primavera del prosecco’, 'Amici della Chianina', 'Premio Tarlati', 'Scandiano', 'Sant'Angelo in Vado, 'Apicio', 'La bisaccia del tartufaio', 'Burson'. Per quattro anni ha seguito l’Hong Kong Food Festival e per due ha coordinato la manifestazione nazionale Top of Golf finalizzata alla proclamazione del miglior ristorante della ‘Wine Tour Cup’ dell'Associazione 'Città del Vino'. Coordinatore della giuria e dei cuochi del concorso culinario ‘Tartufo d’oro’ di Gubbio’. Unitamente al Presidente dei Cuochi di Arezzo organizza il concorso  'Penne bruciate', giornalisti ai fornelli dove a vincere è il 'piatto peggiore'. Autore con Leone Cungi del libro ‘Sport e società a Monte San Savino (Un secolo di storia sportiva e tradizioni sul borgo toscano). 

Editore

Editore del Goloso & Curioso la ditta Colombo 3000, un gruppo aziendale che si occupa da oltre 10 anni della...Leggi tutto»