Goloso e Curioso
LA PASQUA GOURMET DI VILLA PORRO PIRELLI

LA PASQUA GOURMET DI VILLA PORRO PIRELLI

Un menù dai sapori primaverili creato dallo chef stellato Emanuele Mazzella, il fascino di una villa d’epoca trasformata in un hotel di lusso, unita alla tranquillità di un grande parco secolare lontano dal trambusto della città. E’ la ricetta che Villa Porro Pirelli, l’esclusiva dimora a pochi km da Varese, ha in serbo per condividere con i suoi ospiti una Pasqua gourmet. Per il pranzo di domenica 16 aprile lo chef Mazzella, ischitano di origini e da poco a capo della brigata di cucina dell’albergo varesino, propone un menù a tema da gustare nell’atmosfera ricercata del Bistrò ricavato all’interno dell’antica serra e circondato dal rigoglioso giardino. Ingredienti immancabili in ogni banchetto pasquale, come l’agnello, il carciofo e la colomba, acquistano sapori nuovi grazie ad accostamenti originali che prediligono prodotti genuini e del territorio, sempre con un occhio di riguardo alla stagionalità. Si inizia con un’Insalatina Pasqualina a base di asparagi, ravanelli, cipollotti e uova, seguita da Ravioli accompagnati da formaggio d’alpeggio e pesto al dragoncello. Come secondo non potevano certo mancare le Costolette d’agnello, uno dei piatti signature dello chef, servite con patate alla menta e carciofi alla brace (ricetta allegata) e, per un dolcissimo finale, un Cremoso al gianduia e passion fruit e il trionfo del dessert simbolo della Pasqua, la Colomba. (Costo del menù: 55 € vini esclusi; 65 € con abbinamento di tre vini). Chi vuole abbinare la proposta gourmet a una notte in una delle 64 maestose stanze e suite, Villa Porro Pirelli propone uno speciale soggiorno a partire da 110 € in Camera Deluxe.

RICETTA


Costolette d’agnello, patate schiacciate alla menta e carciofi alla brace

Ingredienti per 4 persone:

700 gr costolette d’agnello; 4 spicchi d’aglio in camicia; 4 carciofi; 320 gr di patate bianche; sale, pepe nero,

peperoncino; olio extra vergine d’oliva.; 4 rametti di prezzemolo; 2 di menta fresca; 3 di rosmarino.

Procedimento:

Disporre le costolette d’agnello in un piatto marinandole con un filo d’olio extra vergine d’oliva, pepe nero, 2 spiccDisporre le costolette d’agnello in un piatto marinandole con un filo d’olio extra vergine d’oliva, pepe nero, 2 spicchi d’aglio in camicia schiacciati e il rosmarino; coprire con una pellicola e lasciar riposare per almeno 2 ore. Mondare i carciofi e immergerli in acqua per qualche minuto, allargarne delicatamente le foglie dall’interno, cercando di creare una cavità centrale, e condirli con aglio, prezzemolo, sale e poco olio. Con l’aiuto di una pinza incastrare i carciofi tra i carboni e lasciarli cuocere dolcemente per circa 40 minuti, girandoli di tanto in tanto. Pelare le patate, in precedenza bollite in acqua salata, e con l’aiuto di una forchetta schiacciarle e condirle con olio extra vergine, sale, pepe e menta fresca tagliata molto finemente. Tenere in caldo. Su una griglia ben calda scottare le costolette d’agnello circa 2 minuti per lato e condire con il sale; disporle nel piatto insieme a una quenelle di patate, un carciofo e completare con un filo d’olio extra vergine.Chi vuole abbinare la proposta gourmet a una notte in una delle 64 maestose stanze e suite, Villa Porro

Pirelli propone uno speciale soggiorno a partire da 110 € in Camera Deluxe.

VILLA PORRO PIRELLI

Via Tabacchi, 20 - 21056 Induno Olona (Varese) Tel. +39 0332 840540 - info@villaporropirelli.com - 


Claudio Zeni

Tutti gli articoli >

ZeniClaudio
La pasqua gourmet di villa porro pirelli

ZeniClaudio

ZeniClaudio

Claudio Zeni, laureato in Letterature e Lingue straniere è nel mondo del giornalismo dall’età di 18 anni. Appassionato di sport, enogastronomia e turismo collabora con media locali, nazionali ed internazionali di settore. Tra i principali riconoscimenti giornalistici assegnatigli si ricorda il premio nazionale Gennaro Paone consegnatogli a Roma dal direttore generale dell’Enit, il I.o premio giornalistico nazionale ‘Strada del Vino del Recioto e di Gambellara’,  il I.o premio ‘Primavera del prosecco’, 'Amici della Chianina', 'Premio Tarlati', 'Scandiano', 'Sant'Angelo in Vado, 'Apicio', 'La bisaccia del tartufaio', 'Burson'. Per quattro anni ha seguito l’Hong Kong Food Festival e per due ha coordinato la manifestazione nazionale Top of Golf finalizzata alla proclamazione del miglior ristorante della ‘Wine Tour Cup’ dell'Associazione 'Città del Vino'. Coordinatore della giuria e dei cuochi del concorso culinario ‘Tartufo d’oro’ di Gubbio’. Unitamente al Presidente dei Cuochi di Arezzo organizza il concorso  'Penne bruciate', giornalisti ai fornelli dove a vincere è il 'piatto peggiore'. Autore con Leone Cungi del libro ‘Sport e società a Monte San Savino (Un secolo di storia sportiva e tradizioni sul borgo toscano). 

Editore

Editore del Goloso & Curioso la ditta Colombo 3000, un gruppo aziendale che si occupa da oltre 10 anni della...Leggi tutto»