Goloso e Curioso
LE FIANDRE ALLA LUCE DI ROMA

LE FIANDRE ALLA LUCE DI ROMA

Inaugurata lo scorso 8 dicembre a Roma presso l’Istituto Centrale per la Grafica e in collaborazione con l’Academia Belgica, prosegue fino al 26 febbraio la mostra ‘Alla Luce Di Roma’, i disegni scenografici di scultori fiamminghi e il Barocco romano’. La mostra presenta, attraverso disegni e stampe provenienti dalle collezioni pubbliche e private delle maggiori istituzioni culturali del Belgio, la multiforme varietà scenografica del Barocco fiammingo tra i secoli XVII e XVIII, alla luce del Barocco romano, considerato il cuore pulsante del fermento artistico dell’Europa di quel periodo e decisiva fonte d’ispirazione per gli artisti fiamminghi. Otre 100 opere esposte, provenienti dalla Biblioteca Reale del Belgio e dal Musée de la Ville di Bruxelles, dal Museum Plantin-Moretus di Anversa, dal Musée des Beaux Arts di Liegi, dalla Bibliotheca Hertziana di Roma e una selezione di disegni, stampe, matrici patrimonio dell’Istituto Centrale per la Grafica, si sviluppano in un percorso tematico che conduce il visitatore a soffermarsi davanti ai fogli di Giovan Lorenzo Bernini, Alessandro Algardi, Pieter Verbruggen, Philipp Schor, Pieter De Jode; alle incisioni da invenzioni di Pieter Paul Rubens, Andrea Pozzo, Domenico Fontana. L’iniziativa fa parte di un più ampio progetto triennale (2015 – 2017) tra l’Istituto Centrale per la Grafica e l’Academia Belgica dal titolo ‘I fiamminghi e l’Italia’ e finanziato dal Fonds Baillet Latour di Lovanio. Il progetto è teso a sottolineare l’importanza storica del contributo del Belgio allo sviluppo della cultura italiana, e viceversa, con lo scopo di promuovere la ricerca scientifica e le relazioni tra l’Italia e il Belgio. ‘Alla Luce di Roma’ è posta sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica Italiana e di Sua Maestà il Re dei Belgi. 

 

Claudio Zeni

 

Tutti gli articoli >

ZeniClaudio
Le fiandre alla luce di roma

ZeniClaudio

ZeniClaudio

Claudio Zeni, laureato in Letterature e Lingue straniere è nel mondo del giornalismo dall’età di 18 anni. Appassionato di sport, enogastronomia e turismo collabora con media locali, nazionali ed internazionali di settore. Tra i principali riconoscimenti giornalistici assegnatigli si ricorda il premio nazionale Gennaro Paone consegnatogli a Roma dal direttore generale dell’Enit, il I.o premio giornalistico nazionale ‘Strada del Vino del Recioto e di Gambellara’,  il I.o premio ‘Primavera del prosecco’, 'Amici della Chianina', 'Premio Tarlati', 'Scandiano', 'Sant'Angelo in Vado, 'Apicio', 'La bisaccia del tartufaio', 'Burson'. Per quattro anni ha seguito l’Hong Kong Food Festival e per due ha coordinato la manifestazione nazionale Top of Golf finalizzata alla proclamazione del miglior ristorante della ‘Wine Tour Cup’ dell'Associazione 'Città del Vino'. Coordinatore della giuria e dei cuochi del concorso culinario ‘Tartufo d’oro’ di Gubbio’. Unitamente al Presidente dei Cuochi di Arezzo organizza il concorso  'Penne bruciate', giornalisti ai fornelli dove a vincere è il 'piatto peggiore'. Autore con Leone Cungi del libro ‘Sport e società a Monte San Savino (Un secolo di storia sportiva e tradizioni sul borgo toscano). 

Editore

Editore del Goloso & Curioso la ditta Colombo 3000, un gruppo aziendale che si occupa da oltre 10 anni della...Leggi tutto»