Goloso e Curioso
LE MERAVIGLIE IRLANDESI TRA STORIA MITI E ROMANTICISMO

LE MERAVIGLIE IRLANDESI TRA STORIA MITI E ROMANTICISMO

Con l’inizio della primavera la natura si risveglia ed è facile lasciarsi sedurre dal romanticismo e dalla storia di cui sono intrisi i paesaggi irlandesi. Con Aer Lingus è semplice raggiungere l’Irlanda per concedersi una vacanza indimenticabile. Direttamente dal sito della compagnia, www.aerlingus.com, è possibile consultare le migliori offerte e prenotare il proprio volo. Ecco alcuni suggerimenti per rendere la permanenza sull’isola davvero unica:

Boa Island, Contea di Fermanagh - Immersa nelle acque del Lough Erne, nella contea di Fermanagh, l’isola offre incantevoli panorami acquatici e ospita due statue in pietra raffiguranti idoli pagani. La statua più grande, con due teste che guardano da lati opposti, rappresenta Giano, divinità che si dice avesse il dono di vedere nel passato e nel futuro.

Glencar Lake, Contea di Leitrim - La contea di Leitrim, è una vera e propria perla nascosta. Si tratta della contea meno popolosa dell’Irlanda e ospita la mitica sorgente del fiume Shannon. La zona è ricchissima di laghi e fiumi che creano paesaggi da cartolina che con la loro bellezza continuano ad incantare scrittori e artisti.

Florence Court, contea di Fermanagh - Circondata da un panorama emozionante, questa incantevole residenza palladiana immersa nel verde è la meta ideale per una pausa in tutta tranquillità. Nel bosco circostante la tenuta è possibile ammirare il famoso Florence Court Yew, un antico albero di tasso che si dice essere "madre" di tutti i tassi d'Irlanda. www.nationaltrust.org.uk/florence-court/

Cliffs of Moher, Contea di Clare - Queste impressionanti e suggestive scogliere a picco sull’Oceano Atlantico, lungo la Wild Atlantic Way, offrono panorami surreali in qualsiasi momento della giornata, ma al tramonto la visione diventa incredibilmente romantica!

Mussenden Temple, Contea di Derry-Londonderry - Non lontano da Castlerock, nella contea di Derry-Londonderry si trova il Mussenden Temple, un edificio di forma circolare fatto costruire nel 1785 da Frederick Hervey, vescovo di Derry, come sua biblioteca personale. Sia il tempio che il panorama circostante sono tra i panorami più fotografati dell’isola d’Irlanda.

Glenveagh Castle, contea di Donegal - Affacciato sulle sponde del Lough Veagh, questo castello con torrette e merlature dall'aria romantica, nel passato ha ospitato star del cinema come Greta Garbo e Grace Kelly. Circondato da magnifici giardini, l'edificio dallo stile medievale è immerso nel verde rigoglioso dei boschi del parco nazionale dove, oltre a poter approfittare dei tanti percorsi naturalistici, è possibile anche avvistare falchi e branchi di cervi rossi. www.glenveaghnationalpark.ie/

Sneem, Ring of Kerry - Il Ring of Kerry è un percorso assolutamente spettacolare che sorprende ad ogni curva celebrando con scorci e panorami mozzafiato il tipico paesaggio dell'Isola di Smeraldo. Lungo questo itinerario, uno tra più famosi d'Europa, si trova Sneem, pittoresco villaggio diviso in due dall’omonimo fiume.

www.theringofkerry.com e http://sneemireland.com

Isole Blasket, Contea di Kerry - Al largo della Penisola di Dingle, spuntano come preziosi gioielli le meravigliose isole Blasket. Se il tempo lo permette, è possibile prendere un traghetto che porta a Great Blasket. Le spiagge qui ricordano quelle tropicali, e le storie della dura vita degli isolani fino all’abbandono dell’isola, nel 1953, restano scolpite nella memoria.

www.irlanda.com


Claudio Zeni


Tutti gli articoli >

ZeniClaudio
Le meraviglie irlandesi tra storia miti e romanticismo

ZeniClaudio

ZeniClaudio

Claudio Zeni, laureato in Letterature e Lingue straniere è nel mondo del giornalismo dall’età di 18 anni. Appassionato di sport, enogastronomia e turismo collabora con media locali, nazionali ed internazionali di settore. Tra i principali riconoscimenti giornalistici assegnatigli si ricorda il premio nazionale Gennaro Paone consegnatogli a Roma dal direttore generale dell’Enit, il I.o premio giornalistico nazionale ‘Strada del Vino del Recioto e di Gambellara’,  il I.o premio ‘Primavera del prosecco’, 'Amici della Chianina', 'Premio Tarlati', 'Scandiano', 'Sant'Angelo in Vado, 'Apicio', 'La bisaccia del tartufaio', 'Burson'. Per quattro anni ha seguito l’Hong Kong Food Festival e per due ha coordinato la manifestazione nazionale Top of Golf finalizzata alla proclamazione del miglior ristorante della ‘Wine Tour Cup’ dell'Associazione 'Città del Vino'. Coordinatore della giuria e dei cuochi del concorso culinario ‘Tartufo d’oro’ di Gubbio’. Unitamente al Presidente dei Cuochi di Arezzo organizza il concorso  'Penne bruciate', giornalisti ai fornelli dove a vincere è il 'piatto peggiore'. Autore con Leone Cungi del libro ‘Sport e società a Monte San Savino (Un secolo di storia sportiva e tradizioni sul borgo toscano). 

Editore

Editore del Goloso & Curioso la ditta Colombo 3000, un gruppo aziendale che si occupa da oltre 10 anni della...Leggi tutto»