Goloso e Curioso
LX FACTORY LISBONA DESIGN E NOVITA’ DA NON PERDERE  

LX FACTORY LISBONA DESIGN E NOVITA’ DA NON PERDERE  

Lisbona da sempre si caratterizza come una città poliedrica e dalle infinite proposte grazie a una storia ricca di scambi economici e culturali che hanno portato la capitale a essere un centro di forte interesse. Oltre a indirizzi interessanti incastonati tra le vie della città, dove è affascinante perdersi e lasciarsi conquistare, vi è anche un quartiere completamente dedicato al ‘brand new’: LX Factory. La storia comincia nel 1846 quando un’azienda di filati e tessuti chiamata ‘Companhia de Fiação e Tecidos Lisbonense’, uno dei complessi di produzione più importante nella storia di Lisbona, si sviluppò ad Alcântara. Questo spazio di 23.000 mq è stato in seguito occupato da un gruppo di aziende industriali. Un frammento urbano, tenuto nascosto per anni, è stato ora restituito alla sua città in una nuova forma e con una vita rinnovata. Un'isola creativa occupata da aziende e professionisti del settore, location per eventi legati alla moda, alla pubblicità, alla comunicazione, belle arti, architettura e musica attirano numerosi visitatori locali oltre che viaggiatori. Qui è possibile trovare piccoli laboratori di design, studi di architettura, artisti restauratori; ma non solo, librerie con infiniti titoli che occupano scaffali da terra fino al soffitto; mini boutique di stilisti portoghesi emergenti e abbigliamento di marche locali; infine ristorantini dal sapore vintage, ‘green’ e shabby chic. Qui inoltre è possibile entrare in una cioccolateria per acquistare dolciumi e torte, ma anche iscriversi a cooking lesson con maestri cioccolatieri; gallerie d’arte, spazi espositivi e molto altro ancora.


Claudio Zeni

Tutti gli articoli >

ZeniClaudio
Lx factory lisbona design e novita’ da non perdere  

ZeniClaudio

ZeniClaudio

Claudio Zeni, laureato in Letterature e Lingue straniere è nel mondo del giornalismo dall’età di 18 anni. Appassionato di sport, enogastronomia e turismo collabora con media locali, nazionali ed internazionali di settore. Tra i principali riconoscimenti giornalistici assegnatigli si ricorda il premio nazionale Gennaro Paone consegnatogli a Roma dal direttore generale dell’Enit, il I.o premio giornalistico nazionale ‘Strada del Vino del Recioto e di Gambellara’,  il I.o premio ‘Primavera del prosecco’, 'Amici della Chianina', 'Premio Tarlati', 'Scandiano', 'Sant'Angelo in Vado, 'Apicio', 'La bisaccia del tartufaio', 'Burson'. Per quattro anni ha seguito l’Hong Kong Food Festival e per due ha coordinato la manifestazione nazionale Top of Golf finalizzata alla proclamazione del miglior ristorante della ‘Wine Tour Cup’ dell'Associazione 'Città del Vino'. Coordinatore della giuria e dei cuochi del concorso culinario ‘Tartufo d’oro’ di Gubbio’. Unitamente al Presidente dei Cuochi di Arezzo organizza il concorso  'Penne bruciate', giornalisti ai fornelli dove a vincere è il 'piatto peggiore'. Autore con Leone Cungi del libro ‘Sport e società a Monte San Savino (Un secolo di storia sportiva e tradizioni sul borgo toscano). 

Editore

Editore del Goloso & Curioso la ditta Colombo 3000, un gruppo aziendale che si occupa da oltre 10 anni della...Leggi tutto»